800.000 siriani sono fuggiti in tre mesi. Le immagini.

Articolo del NY Times 14 febbraio 2020

A cura di Giovanna De Luca

Screenshot_20200215_184412800.000 siriani sono fuggiti in tre mesi. Le immagini.

Screenshot_20200215_184546

È un angoscioso, pericoloso viaggio su camion stracarichi e un tempo gelido.

Screenshot_20200215_184957

Centinaia di migliaia di persone-soprattutto donne e bambini-stanno cercando di scappare dagli implacabili bombardamenti nel nord-ovest della Siria.

Alcune famiglie sono state divise. C’è chi va avanti in macchina. Altri proseguono a piedi.

Screenshot_20200215_185553

È una migrazione simile per dimensioni a quella della crisi dei Rohingya nel 2017.

Ma qui a Idlib, dove le forze proregime stanno lottando per riconquistare l’ultimo territorio in mano ao ribelli, molte persone stanno fuggendo per la terza o la quarta volta.

Screenshot_20200215_190802

Durante nove anni di guerra civile, milioni di siriani hanno rifugio in altri paesi o nella provincia di Idlib. Ultima risorsa in quanto a rifugi.

Screenshot_20200215_191620

Ma ora non è rimasto nessun posto dove andare.

Screenshot_20200215_191929

La Turchia ha chiuso le sue frontiere. E dato che le forze governative avanzano nella provincia di Idlib, i civili sono schiacciati in uno spazio ristretto tra la frontiera e la guerra.

Screenshot_20200215_192756Abu Muhammad, padre di quattro figli ed ex soldato del regime, è scappato con la famiglia lo scorso anno.

Ha preso solo quello che poteva mettere su un piccolo motociclo- alcune coperte e il libro di testo di inglese di sua figlia di 18 anni.

“Siamo partiti con nulla” ha detto

Screenshot_20200215_193348La sua famiglia è stata sradicata varie volte durante la guerra, spostandosi sempre più verso il nord.

Ora, dato che i combattimenti si fanno più vicini, si sta preparando per scappare di nuovo.

Screenshot_20200215_194524Fanno parte di un esodo cominciato lo scorso anno, dopo che le forze siriane e russe hanno lanciato una nuova offensiva sull’area in mano ai ribelli.

Screenshot_20200215_195016Hanno colpito ospedali, scuole e panetterie. In molti luoghi, le persone non hanno accesso ad assistenza sanitaria alcuna.

Almeno 1.700 persone sono state uccise dall’inizio dell’offensiva la scorsa primavera.

Screenshot_20200215_195304Il governo siriano ed i suoi alleati hanno anche colpito persone che stavano scappando.

La scorsa settimana hanno colpito un furgone uccidendo nove civili, incluse sette donne e bambini.

Screenshot_20200215_195550Alcune persone hanno dato fuoco alle loro case prima di andare via, per non farle finire nelle mani del governo.

“Brucia tutto. Non voglio vedere le forze del governo entrare.” Ha detto Abdul Rahman Abdo mentre bruciava la sua casa.

Screenshot_20200215_195953Lo scopo dei bombardamenti, è sembrato, quello di cacciare via le persone.

Ha funzionato.

Screenshot_20200215_200305Se Idlib cadesse, il presidente Bashar al-Assad sarebbe vicino alla riconquista dell’ultima parte di territorio in mano ai ribelli, del quale perse il controllo nel 2012.

Screenshot_20200215_200639Molte delle persone che sono scappate sono finite in condizioni come queste: accampate in fragili tende che si inondano ripetutamente.

Alcune persone hanno vissuto per mesi in queste condizioni.

Screenshot_20200215_201211Fa anche un freddo pungente. Questa tenda ha preso fuoco dopo che una famiglia aveva acceso un fuoco per riscaldarsi, hanno perso la vita due sorelle.  Almeno 12 persone sono morte per questo motivo.

Screenshot_20200215_201537Abu Mohammad ha detto che sta usando le coperte che ha portato per cercare di bloccare il vento proveniente dalla stanza non ancora terminata dove sta vivendo.

Screenshot_20200215_201811L’immagine satellitare mostra la gran espansione di campi e alloggi temporanei durante l’ultimo anno.

E se i combattimento continuano, centinaia di migliaia scapperanno ancora ed avranno bisogno di un rifugio.

Screenshot_20200215_202201Vicino al confine turco, si stanno costruendo case di mattoni per offrire rifugio ad una piccola parte di rifigiati. Ma non è abbastanza.

Screenshot_20200215_202436L’Europa, la Turchia, il Libano- tutti vogliono che la crisi dei rifugiati finisca, e che i siriani tornino in Siria.

Ma il paese è cosi distrutto, la sua economia cosi rovinata, che le persone potrebbero vivere da rifugiati per anni.

Potranno mai i siriani tornare a casa?

 

 

Screenshot_20200215_202825

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...