Lettura della “controrivoluzione”

Pubblicato su Al-Asharq Al-Awsat il 30 ottobre 2019, scritto da Husam Itani(Tradotto da Sami Haddad e Yusef Wakkas) Nei primi due giorni di manifestazioni in Libano, la sera di giovedì 17 ottobre, i manifestanti non hanno urlato contro nessun partito, né contro quello al potere né contro nessun altro. Le grida e gli slogan in…

Lettera a Samira (14)

Di Yassin Al Hah Saleh. Originale pubblicato su Al jumhuryia (Traduzione a cura di Giovanna De Luca) Ho vissuto il tuo rapimento e la tua scomparsa quasi sei anni fa come la cosa peggiore che potesse accadere a una persona, e la più insolita, nonostante i molti crimini ed eventi atroci che accadono nel nostro…

Sull’offensiva turca

Sull’offensiva turca sulla Siria nord-orientale Articolo di Leila Al Shami pubblicato in italiano su Rproject Versione originale in inglese sul blog dell’autrice Leila’s blog In foto : i siriani lasciano le loro case nel mezzo dei bombardamenti turchi(Delil Souleiman/AFP)   La recente offensiva turca nella Siria nord-orientale e il ritiro delle truppe statunitensi dalla regione…

L’operazione turca e l’origine delle guerre che verranno

Introduzione e traduzione a cura di Piero Maestri. “Questo articolo è stato scritto l’11 ottobre 2019, proprio nei primissimi giorni dell’operazione turca nel nord della Siria e risulta in alcuni casi già superato dagli eventi. Resta comunque interessante come posizione di un collettivo siriano, impegnato nella rivoluzione contro il regime di Assad, che prova a…

Gli affitti elevati a Daraa impediscono alle persone con redditi bassi di fittare alloggi (Manifestazioni contro il regime)

Articolo pubblicato il 23 settembre 2019 su Enab Baladi Molti residenti di Daraa, nel sud della Siria, vanno a vivere nella vicina campagna, a causa del significativo aumento degli affitti delle case, affitti che sono quasi superiori al doppio dei salari.  Alla luce dell’assenza di qualsiasi controllo statale, il limite di prezzo è  soggetto alla…

Come rifugiata siriana, sono sconvolta dai tour nel mio paese che ripuliscono l’immagine della sua storia.

Articolo di Sarah Hunaidi pubblicato il 14 settembre 2019 su The Independent (Traduzione di Giovanna De Luca, revisione a cura di Piero Maestri) Questi visitatori sono bloccati in una mentalità statunitense-centrica, buttano li parole come “cambio di regime”, descrivendosi come “anti-guerra” e dimostrando la loro incapacità di guardare i problemi in Siria da una prospettiva…

Il “turismo” siriano prende esempio dal Manuale di Hasbara

Per andare a Damasco e in altre aree controllato dal regime, festeggiare nei shisha bar, prendere il sole nelle spiagge, acquistare dei souvenir nei souk e visitare i siti, anche fingendo di essere “indipendenti”, mentre in realtà inviati da RT, o in una missione di accertamento di fatti, ottenendo solo i fatti che il regime vuole che si ottiene, con il comportamento dei lealisti che fanno l’autocensura, richiederebbe un certo tipo patologico di sconnessione dalla realtà, un severo deficit etico.

Uno sguardo su Idlib

Attraverso le infografiche realizzate da The Syria Campaign, diamo uno sguardo alla situazione generale nella provincia di Idlib, pesantemente bombardata negli ultimi mesi dall’aviazione russa e siriana. #saveIDLIB

Il cugino di Bashar al Assad accusa il regime, “siete degli assassini, criminali e delinquenti che distruggete il vostro paese”

Introduzione e traduzione dall’arabo da Na Assouad Rifaat Al Assad, fratello del defunto presidente del regime, Hafez Al Assad, aveva lasciato la Siria nel 1984, sullo sfondo di un fallito tentativo di colpo di stato contro suo fratello. A lui fu attribuito il massacro di Hama nel 1982, quando era comandante delle “Brigate della difesa”….