Che cos’è l’iniziativa online per la Siria “L’Onda della Nostra Coscienza”?

Lo spiega Johannes Waardenburg, del Comitato permanente per la Rivoluzione siriana, ideatore dell’iniziativa. In che consiste l’iniziativa “L’Onda della Nostra Coscienza” e che obiettivi si pone? Consiste nella diffusione di un volantino esplicativo dell’atroce guerra in Siria sui profili Facebook dei candidati alle elezioni del 4 marzo, che li obblighi ad esporre le loro posizioni…

Sedici anni nelle prigioni di Assad hanno fatto di me uno scrittore

Questo articolo è disponibile in originale sulla pagina Facebook dello scrittore. Traduzione dall’arabo di Nurah EL Assouad Revisione di Sami Haddad Intervista di Mustafa Can, noto scrittore svedese, originario del Kurdistan turco allo scrittore siriano Yassin Al Haj Saleh. “Ringrazio di cuore Tina Abzakh, Abd Al Haj, Firas Al Haqqi e Sameh Khalaf, per le…

Torturato dal regime di Assad

SCRITTO DA VERONICA BELLINTANI Il mio fidanzato e’ stato torturato dal regime di Assad. Ancora adesso, altre migliaia di persone stanno subendo lo stesso inferno. Tra le varie barbarie che i Siriani hanno dovuto subire negli ultimi sette anni, le prigioni di Assad rimangono uno degli elementi più dolorosi da dover leggere e condividere. Ai tempi,…

Natale ad Aleppo: un anno dopo la tragedia

Intervista a Mahmoud al-Basha pubblicata sul cartaceo di Sedici Pagine Magazine   Un anno fa, nel periodo di Natale, la città di Aleppo è stata assediata, bombardata e sfollata. Cosa ricordi di quei giorni? Ricordo ancora tutto alla perfezione. I bombardamenti folli del regime di Asad e dei russi colpivano la città con armi proibite…

Razan Zaytouneh e i suoi compagni: la cultura della libertà

di Elias Khoury, pubblicato su Al-Quds Al-Araby (17 dicembre 2017)  رزان زيتونة ورفاقها: ثقافة الحرية Traduzione dall’originale arabo di Marianna Barberio Il rapimento di Razan Zaytouneh, Samira Khalil, Wael Hamada e Nazem Hamady1 a Douma, nel Rif di Damasco, dove a prevalere è il Jaysh al-Islam2 (o Esercito dell’Islam), suscita interrogativi profondi non solo sul…

Dichiarazione congiunta delle organizzazioni della società civile siriana: la conferenza di Sochi minaccia il processo di pace (gennaio 2018)

All’inizio di quest’anno 133 organizzazioni rappresentati della società civile siriana hanno sottoscritto questa dichiarazione congiunta condannando il ruolo della Russia, attualmente l’attore principale sul terreno riguardo la situazione militare, come principale sponsor della conferenza. La Dichiarazione vuole mettere in guardia i membri della comunità internazionale, e in particolare l’ONU sull’opportunità di prendere parte a dei…

Aleppo, un anno dopo

di Flavia Fusco Ad un anno dalla caduta dell’enclave ribelle di Aleppo, la tragedia umanitaria e politica che si è consumata tra le strade di quella che era la città più popolosa della Siria, stenta a perdere attualità. Per l’importanza strategica della città, il disastroso esito della battaglia di Aleppo, non ha significato semplicemente una…

Siria: Il grido soffocato, Donne nelle prigioni siriane

Un film documentario commovente sullo stupro e la condizione delle donne in Siria. Questa indagine clandestina da la parola alle donne violentate nelle prigioni del regime di Bashar al-Assad. Raccontano i crimini che hanno sofferto sotto il regime di Assad, compreso il “peggiore” di tutti: lo stupro. È un grido. Un grido ovattata ma assordante….

Come i Caschi Bianchi siriani sono diventati vittime di una macchina di propaganda

La campagna mediatica sostenuta dalla Russia per collegare i soccorritori volontari con al-Qaeda espone le radici delle teorie della cospirazione: “È come una fabbrica” SCRITTO DA OLIVIA SOLON TRADOTTO DA RINA COPPOLA I soccorritori siriani volontari conosciuti come i Caschi Bianchi sono diventati l’obiettivo di una straordinaria campagna di disinformazione che li classifica come un’organizzazione terroristica…

Pregiudizio n. 13. “L’intervento occidentale in Siria ripeterebbe solo gli errori dell’Iraq e dell’Afghanistan”

Un’importante distinzione tra Iraq e Siria è che la questione delle armi nucleari in Iraq è stata una fabbricazione totale. Ora è ampiamente riconosciuto che l’Occidente ha mentito per giustificare una politica che ha voluto attuare a proprio vantaggio. La questione siriana, invece, è iniziata come un movimento civile dal basso, non come un tentativo dell’Occidente di imporre qualsiasi tipo di strategia imperialista. I siriani stanno chiedendo all’Occidente di proteggere i civili, così da poter avere diritto all’autodeterminazione. 

Dichiarazione della Dignità, oggi più che mai

Nel novembre del 2011, i Comitati di Coordinamento Locale (auto-governo della società civile) ha rilasciato un dichiarazione per la libertà e la dignità. Oggi, più che mai, teniamo presente queste parole, che guidano il nostro sostegno alla rivoluzione e al popolo siriano. (Local Coordination Committees in Syria) 19-11-2011 L’umiliazione che la nostra nazione, la Siria,…