Siria e questione morale: alcuni attivisti hanno perso la bussola

di Maher Arar, tradotto dall’inglese da Alice Bonfatti. L’articolo è stato originariamente inviato a The Intercept nel gennaio 2017, e poi rifiutato. Nonostante la risposta dell’editor, non è stata fornita nessuna spiegazione valida al rifiuto. L’articolo è comparso infine su Hummus For Thought. Foto in evidenza: John Lehmann/Globe and Mail *** So cosa stai pensando:…

Comunicato stampa – WE EXIST

Sono disponibili portavoce che parlano in inglese, tedesco, francese, italiano e arabo (biografie e contatti in allegato o a questo link: https://goo.gl/ZKVCJf) Lunedì 23 aprile – con preghiera di immediata diffusione La coalizione “ We exist! ” chiede all’ONU e all’UE di non abbandonare la società civile siriana. La pace è possibile solo se le…

Lettere a Samira (9)

Traduzione dall’inglese di Giovanna De Luca, revisione di Filomena Annunziata 3 aprile 2018 Sei cosciente di quello che succede intorno a te, Sammour? Sicuramente senti i bombardamenti, e forse ti sembrerà, da come si comportano i tuoi carcerieri, che questa volta le cose siano diverse. Lo sono e molto, Sammour. Sembra che l’emirato di Jaysh…

Intervento in Siria, parla Shiyam Galyon

(1) Il dibattito sull’opportunità di un intervento in Siria è fuorviante. Molte nazioni sono già intervenute in Siria. Gli Stati Uniti sono arrivati nel paese nel 2014 attraverso la Coalizione anti-ISIS a guida statunitense e nel contesto di una più ampia guerra al terrore che ha ucciso circa 6.000 civili nel raggiungere lo scopo (fonte: Airwars)….

Un appello: Dove sono “i quattro di Douma”?

Tradotto dal team Le Voci della Libertà L’appello originale qui in inglese   7 aprile 2018 Amici e familiari dei “Quattro di Douma” #Douma4 Mentre i residenti rimasti nella Ghouta orientale sono in gravissimo pericolo, amici e parenti dei quattro noti attivisti rapiti a Douma nel 2013 lanciano un appello per il loro rilascio. Decine…

Assediati, bombardati, riconquistati: gli accordi di riconciliazione in Siria

Scritto da Marika Sosnowski, tradotto da Milena Annunziata Gli accordi di riconciliazione sono diventati uno strumento coercitivo per il regime siriano per riacquistare controllo sulle comunità ribelli. Il termine riconciliazione implica una sorta di accordo amichevole tra parti precedentemente in conflitto. Il termine ha le sua radici nei meccanismi di applicazione della giustizia transitoria usati…

“Ricorderò tutto, perfino le pietre”: cinque residenti che lasciano la Ghouta orientale Più di 16.000 persone hanno lasciato le loro case nella Ghouta orientale solo negli ultimi cinque giorni, su autobus diretti verso zone governate dall’opposizione, nella Siria nordoccidentale, come parte di un accordo di resa e di evacuazione tra ribelli e governo di Bashar…

Quali opportunità per una transizione democratica in Siria?

Articolo della redazione di Enab Baladi Traduzione di Filomena Annunzita e Sara di Iorio Sono trascorsi sette anni dal primo grido di libertà in Siria, che ha assunto la forma di una protesta popolare che mirava a voltare pagina rispetto ai decenni di repressione e censura. Oggi, i siriani si trovano di fronte a un…

Voci da Al Ghouta

(Al Ghouta, di Miream Salameh) Il 18 febbraio 2018 il regime siriano ha intensificato la sua campagna di bombardamenti sull’area della Ghouta Orientale, già sotto assedio dal 2013. La pagina Ghouta raccoglie alcune testimonianze degli abitanti della Ghouta in queste tragiche circostanze. Ne abbiamo raccolte alcune. Tradotti da Giovanna De Luca. -Il 20 febbraio 2018,…

Dal Kurdistan ai centri sociali, passando per Pisapia: la solidarietà a corrente alternata della sinistra italiana

Pubblicato per Il24.it Di Francesco Petronella Ha fatto il giro del mondo l’immagine della bandiera turca che sventola dalle sedi istituzionali nella città curda di Afrin, accompagnata dalla bandiera tri-stellata rossa dell’opposizione siriana. Espugnata la città nel nord-est del Paese, sottraendola al controllo di quelli che Ankara considera terroristi curdi del Pkk, i turchi puntano ora…